Il sito di Franco Corleone
23 November 2019

Sollicciano. Una situazione surreale

Siamo di fronte a una situazione surreale. La riunione prevista da tempo con le associazioni di volontariato e la  Direzione del Carcere, è stata disertata dai responsabili dell’Amministrazione Penitenziaria.

Il Direttore di Sollicciano, dott. Oreste Cacurri è stato collocato in ferie  forzate per 45 giorni per il rispetto di circolari burocratiche, in un momento così grave per il carcere. E’ stato presente alla riunione il dott. Francesco Salemi, commissario responsabile della Polizia Penitenziaria, che però non aveva deleghe per assumere impegni sulle richieste contenute nel “piano” per il carcere, illustrato ieri in conferenza stampa e frutto di un lavoro collettivo di chi opera nel carcere per impegno civile.

Sono preoccupato che in un momento di così grave emergenza il carcere di Sollicciano sia decapitato per la mancanza di un direttore.

L’impegno mio e delle associazioni presenti è di avere comunque l’indicazione di chi è l’interlocutore da qui alla fine dell’anno.

Certo il 2011 si annuncia non certamente bene.

Reader Feedback

One Response to “Sollicciano. Una situazione surreale”

  1. Raffaella Tusa ha detto:

    Quest’estate ho visitato l’isola di Gorgona e l’isola di Pianosa, la prima una realtà penitenziaria bellissima ma a mio parere grandemente sottoutilizzata, la seconda una realtà fantasma, con pochissimi detenuti intorno ai quali ruota ancora un macchina burocratica non indifferente.Ma non si potrebbe risolvere parte dei problemi di sovraffollamento delle carceri toscane facendo la dovuta selezione tra i detenuti e aumentando il numero degli “ospiti” presso le due strutture su citate? Penso che a parte una buona dose di BUONA VOLONTA’, gli altri ingredienti necessari ci siano tutti!
    Saluti
    Raffaella Tusa Grosseto

Leave a Reply